Render o rendering? Qual è la differenza?

Il rendering si riferisce al processo di creazione di un’immagine 3D a partire da un insieme di dati. Questi dati possono essere qualsiasi cosa, da uno schizzo a un modello 3D. I rendering sono spesso utilizzati per creare immagini dell’aspetto di uno spazio una volta completato. Ad esempio possiamo dire che “un arredatore d’interni ha in corso d’opera il rendering di un arredamento di una cucina”.

Il render, invece, sono le immagini create dal processo di rendering. In altre parole, un render è il risultato finale di un rendering. I render possono essere statici o animati. In questo caso ad esempio possiamo dire che “l’interior designer ha creato un render di un modello 3D di un mobile”.

In sintesi, il rendering è il processo di creazione di un’immagine dai dati, mentre il render è l’immagine creata.

Nella realtà quotidiana in Italia i 2 termini spesso vengono confusi e utilizzati come sinonimi, ma nel mondo anglosassone è importante fare una distinzione.

Spero che questo articolo sia stato utile per capire la differenza tra render e rendering! 🙂

Clicca e scopri cosa sono i render 3D.

Progetto bagno online

Ci occuperemo di tutto, dalla scelta degli arredi giusti alla ricerca delle piastrelle perfette. Quindi iniziamo!

I passi da seguire

1. La scelta dei sanitari

Una delle prime decisioni da prendere quando si pianifica la ristrutturazione del bagno è il tipo di sanitari che si desidera. Desiderate un look tradizionale, con vasca a piede d’asino e lavabo a piedistallo? Oppure cercate qualcosa di più moderno, con una cabina doccia in vetro e un lavabo galleggiante? Qualunque sia il vostro stile, le possibilità di scelta sono infinite. E con così tante opzioni sul mercato, è importante fare ricerche prima di prendere una decisione definitiva;

2. Selezione delle piastrelle

Una volta scelti i sanitari, è il momento di pensare alle piastrelle. Le piastrelle possono essere utilizzate in bagno sia per scopi funzionali che decorativi. Possono essere utilizzate sul pavimento, sulle pareti o persino sul soffitto! Quando si scelgono le piastrelle, è importante considerare sia la funzione che lo stile. Ad esempio, se si cerca una piastrella facile da pulire, è preferibile scegliere un gres porcellanato smaltato. D’altra parte, se si cerca una piastrella che faccia colpo, si può scegliere qualcosa come il marmo o il mosaico;

3. Scegliere i mobili

Dopo aver selezionato i sanitari e le piastrelle, è il momento di scegliere i mobili per il bagno. Si tratta di elementi come lavabi, toilette e armadietti. Come per ogni altra stanza della casa, è importante scegliere i mobili che si adattano al vostro stile e alle vostre esigenze. Ad esempio, se il bagno è di piccole dimensioni, si può scegliere un mobile compatto e poco ingombrante con profondità ridotte . Se il bagno è grande, si possono scegliere mobili con maggiore capacità di contenimento e realizzare composizioni con diversi elementi. Anche per quanto riguarda lo stile le opzioni sono infinite : dal più classico e raffinato al più moderno e di design minimalista;

4. L’illuminazione

L’illuminazione è un elemento importante in ogni stanza, e il bagno non fa eccezione. Oltre a fornire un’illuminazione funzionale, una buona illuminazione può anche contribuire a creare una certa atmosfera. Ad esempio, se volete che il vostro bagno abbia un’atmosfera rilassante e serena, potete scegliere un’illuminazione morbida e diffusa utilizzando luci a LED. D’altra parte, se si desidera un’atmosfera più energizzante e vivace, si può scegliere un’illuminazione più luminosa e diretta con l’uso di faretti o lampade;

5. Tocchi finali

Una volta prese le decisioni principali la fase successiva è quella di aggiungere i tocchi finali. È qui che potete far emergere la vostra personalità. La scelta di elementi come i portasciugamani, i dispenser di sapone e i portacarta igienica può sembrare un piccolo dettaglio, ma può avere un grande impatto sull’aspetto generale e sulla qualità dell’arredamento;

6. Mettere tutto insieme

Una volta effettuate tutte le scelte, è il momento di mettere tutto insieme! Qui entrano in gioco aspetti come l’impianto idraulico e quello elettrico e bisogna far combaciare tutte le scelte stilistiche con i vincoli tecnici. Se non vi sentite a vostro agio nel farlo da soli, vi consigliamo di ingaggiare un professionista che possa aiutarvi a garantire che tutto sia installato correttamente e a norma;

7. Godetevi il vostro nuovo bagno!

L’ultimo passo del progetto del bagno è probabilmente il più importante: godetevi il vostro nuovo spazio! Che siate immersi in un bagno di schiuma o che vi stiate semplicemente godendo la pace e la tranquillità della vostra oasi personale, speriamo che il vostro nuovo bagno vi piaccia tanto quanto piace a noi.

Come posso progettare online il mio bagno?

I passi da seguire sulla carta sembrano facili ma nella realtà può essere piuttosto travolgente seguire tutte le fasi partendo dall’idea che avete in testa, alla progettazione e infine alla realizzazione. La digitalizzazione degli ultimi anni ha permesso al mercato di sviluppare servizi online dedicati che vi aiutano nella progettazione del vostro bagno, dal rendering 3D dei mobili da bagno al preventivo per arredi, accessori e materiali.

Ci sono molti modi per progettare il bagno online. Si può ad esempio usare un programma come SketchUp, un ottimo software gratuito per creare modelli tridimensionali. Oppure si può utilizzare uno dei tanti siti web online gratuiti che consente di sperimentare diversi modelli, ci sono diverse piattaforme e software reperibili nel web ma la vera difficoltà sta nel mettere tutto insieme e dare un senso a tutte le finiture, allo stile dei mobili, alle dimensioni e ai materiali scelti, in questo caso può essere d’aiuto affidarsi ad un arredatore d’interni professionista per farvi aiutare a realizzare il vostro progetto e possibilmente che si metta a disposizione con un servizio di consulenza arredamento online per supportarvi e guidarvi nelle scelte e finalizzare il progetto.

Bacheca di ispirazione

Quando siete pronti per iniziare a pensare a materiali, colori e finiture, può essere utile creare una bacheca di ispirazione visiva su Pinterest per iniziare a raccogliere le idee. Se avete in mente prodotti specifici, come un particolare tipo di piastrelle o di mobiletto, fate una ricerca su questi siti e salvate le immagini che vi vengono in mente per il vostro progetto.

Moodboard

Moodboard bagno
Moodboard bagno

La moodboard è uno strumento ottimo per aiutarvi a focalizzare le vostre idee e iniziare a vedere una direzione generale per il vostro progetto. Una volta che si ha un’idea dell’aspetto generale che si vuole ottenere, si può iniziare a restringere la scelta di materiali, colori e finiture.

Rendering

Un arredatore d’interni vi può aiutare con l’ausilio di rendering 3D per finalizzare il progetto e scegliere materiali, colori e finiture. È un ottimo modo per avere un’idea realistica di come sarà il vostro bagno una volta completato e fare delle scelte consapevoli sui prodotti che si desidera utilizzare.

Impianti

Impianti progetto bagno online
Impianti progetto bagno online

Oltre al design, ci sono anche considerazioni importanti per l’installazione del bagno. Qui entrano in gioco l’impianto idraulico e quello elettrico. Le progettazioni realizzate da un arredatore professionista vi aiuteranno anche a definire tutte le posizioni dei vari impianti nel bagno, in modo che tutti gli elementi possano essere installati correttamente e a norma e soprattutto funzionali al progetto del bagno nel suo insieme.

Arredatore d’interni

Queste sono le fasi generali della progettazione online del vostro bagno, ma ci sono molti dettagli che devono essere presi in considerazione in ogni fase. Per un maggiore aiuto nel progetto, si consiglia di rivolgersi a un arredatore d’interni professionista che possa guidarvi e supportarvi durante l’intero processo.

Visita la nostra pagina dedicata alla progettazione d’interni e al servizio dedicato per la progettazione del bagno online.

Qual è il significato di rendering per noi

Che cos’è il rendering nell’arredamento?

Definizione: I rendering sono un tipo di rappresentazione 3D dei mobili, solitamente creati con un software di progettazione assistita da computer (CAD). Possono essere utilizzati per visualizzare l’aspetto di un mobile prima della sua costruzione o per creare materiali di marketing come immagini di siti web, brochure e cataloghi di prodotti.

Ci sono molte ragioni per cui potreste aver bisogno di un rendering dei vostri mobili. Forse volete vedere come apparirà un pezzo in casa vostra prima di acquistarlo. O forse siete un designer che vuole creare materiale di marketing per il vostro sito web o catalogo di prodotti. In entrambi i casi, i rendering possono essere uno strumento prezioso

Esistono due tipi principali di rendering: fotorealistici e non fotorealistici. I rendering fotorealistici utilizzano illuminazione e texture realistiche per creare un’immagine che assomiglia ad una fotografia. I rendering non fotorealistici, invece, utilizzano luci e ombre semplificate per creare immagini più simili a disegni o dipinti

Il tipo di rendering di cui si ha bisogno dipende dallo scopo per cui è stato creato. Se volete solo vedere come apparirà un mobile in casa vostra, allora un rendering fotorealistico potrebbe essere tutto ciò che vi serve. Se invece volete creare materiale di marketing, un rendering non fotorealistico può essere più efficace per catturare l’attenzione delle persone.

Pin It on Pinterest